PESCARA. Uno scambio culturale all’insegna dello sport, dei giochi e della corretta alimentazione. All’Europaurum di Pescara si è svolto l’evento finale del progetto “Erasmus+ KA2 PhysioFit”, iniziativa a cui hanno partecipato gli studenti della scuola Rossetti e i coetanei provenienti da Spagna e Turchia. «Il progetto», sottolinea il consigliere delegato alle Politiche europee, Salvatore Di Pino, «mira ad educare le nuove generazioni a una corretta alimentazione e a uno stile di vita sano, attraverso l’esperienza sul campo e l’apprendimento ludico, unitamente allo sviluppo delle competenze linguistiche dei ragazzi e il contatto con coetanei dei paesi esteri e alla creazione di ambienti di apprendimento innovativi. Si tratta di un partenariato strategico», prosegue Di Pino, «per la cooperazione e lo scambio di buone pratiche coordinato da un istituto di formazione (l’AISR, Academy of International Science and Research) dell’Irlanda del Nord con partner della Spagna, Grecia, Turchia, Italia».
Il progetto prevede l’incontro di studenti e docenti in 3 visite programmate: la prima è stata ospitata dall’Istituto Comprensivo 5 di Pescara dall’8 al 13 maggio. In città sono stati accolti 16 studenti e 7 docenti di Spagna e Turchia nella scuola secondaria di primo grado Rossetti che, insieme agli studenti del secondo anno, hanno partecipato ad attività di ricerca, sperimentazione e creazione: dallo studio delle proprietà nutritive, al contatto diretto con la natura e suoi prodotti, sport e giochi, ma anche visite della città e dei luoghi di interesse.
A inizio giugno, poi, gli studenti e i docenti dell’istituto comprensivo di Pescara saranno in visita a Valencia e a settembre saranno ospiti in Turchia. «La collaborazione tra l’ente comunale e l’associazione Abruzzo in Europa», conclude Di Pino, «proseguirà nelle prossime settimane, con l’obiettivo di ripristinare il pieno funzionamento di tutte le infrastrutture presenti nella sala Europa dell’Aurum di Pescara, al fine di tornare ad offrire alla città un reale servizio di natura informativa e progettuale con riferimento alle tematiche e alla programmazione europea».