MONTESILVANO. Una ragazzina, di appena 16 anni, apparentemente senza problemi, con una famiglia tranquilla. E’ sotto choc Montesilvano per la sua morte avvenuta in maniera tragica ieri pomeriggio alla stazione sotto il treno Lecce-Milano.

La dinamica ricostruita dagli agenti della polizia ferroviaria di quanto avvenuto attorno alle 17,50 sul binario numero 3 sembra escludere l’ipotesi dell’incidente e ha aperto la strada a una realtà a cui tutti stentavano a credere in un primo momento: il gesto volontario. Qualcuno, altri ragazzi, presenti alla stazione, avrebbero assistito alla scena.

leggi anche:

Muore investita dal treno, circolazione ferroviaria sospesa per due ore Giovane donna travolta nei pressi della stazione ferroviaria montesilvanese

La delicatezza del caso non lascia spazio a divagazioni. I motivi sono da scoprire, è difficile per tutti cercare di capire, di comprendere, di trovare un solo spunto che possa aver indotto la ragazzina a togliersi la vita. A 16 anni. Il lavoro degli agenti e dei media viaggia parallelamente al  dolore della famiglia, degli amici, dei conoscenti. Strazio e dolore, uniti alla choc di un gesto che qui non trova pace. Speriamo che lei, piccola 16enne, ora l’abbia trovata.