SILVI . “È allarme incendi nelle pinete litoranee tra Silvi e Pineto». A evidenziare il pericolo è la presidente dell’associazione ambientalista Conalpa Monica D’Aurelio che, al termine di un sopralluogo con tanto di documentazione fotografica, pone in risalto la presenza di cumuli d’erba e rami secchi in alcuni punti delle zone alberate nella riserva naturale dai cui potrebbero innescarsi roghi anche solo con un mozzicone di sigaretta. «Abbiamo più volte segnalato al Comune di Silvi che nella pineta del Cerrano nord ci sono, proprio a ridosso delle dune, alberi accasciati e pieni di aghi di pino, un pericolo importante specie con la forte calura prevista per i prossimo giorni», afferma, «qualcosa è stato fatto ma non basta, occorre togliere tutto il seccume».
Sulla questione interviene il responsabile del servizio manutentivo del Comune Carlo Durante. «La pineta nord Forcella, la più importante di Silvi nel cuore dell’area marina protetta, è stata posta sotto particolare attenzione», spiega, «c’è un piano di azione, abbiamo provveduto a fare una buona pulizia del sottobosco e ad asportare tutto il materiale di risulta formato in gran parte da fogliame e rami secchi di facile combustione. Dopo di che, in mancanza di mezzi e personale adeguati, abbiamo costituito una rete di monitoraggio in buona sinergia con tutti i soggetti pubblici e quelli privati che in quella zona hanno le loro attività turistiche ed economiche». Le dotazioni antincendio sono costituite da 12 estintori consegnati ai titolari degli stabilimenti balneari adiacenti la pineta, altri otto messi a disposizione della direzione dell’Europa unita village, che si è impegnato a impegnare i propri mezzi e il personale qualificato in servizio nella struttura ricettiva, quattro estintori alle due strutture ricettive in attività, quattro alla polizia locale, due alla protezione civile e quattro allo staff del servizio manutentivo che settimanalmente verifica della situazione. «Per preservare le pinete, a Pineto è stata già attivata una convenzione con la Protezione civile Aquile del Parco per un monitoraggio costante e un presidio anche nelle ore notturne», chiariscono i vertici del parco marino, «nell’area protetta è vietato accendere fuochi, non si può fumare nelle pinete e nelle aree dunali né accendere lanterne e fuochi d’artificio». I numeri da contattare in caso di emergenza sono il 115 o 800861016.
©RIPRODUZIONE RISERVATA