LANCIANO. Truffa aggravata, sostituzione di persona, falso materiale, esercizio abusivo della professione medica: sono le accuse scattate nei confronto di un 60enne pugliese che si è spacciato per noto medico psichiatra.

L’uomo, le cui generalità non sono state diffuse, è stato scoperto dalla polizia dopo la denuncia presentata da una cooperativa frentana. Si sospetta che abbia commesso altre truffe dal momento che il medico, quello vero, aveva già presentato altre denunce a tutela della sua immagine e professione.

Secondo la ricostruzione l’uomo si è fatto pagare con un lauto compenso, dopo aver prestato una consulenza di medico neuropsichiatra infantile. Gli agenti della polizia l’hanno trovato in possesso di timbri, materiale sanitario e documentazione utilizzata per compiere la truffa.