PESCARA. Sarà dedicato ad Antonio Ortolano, storico sindacalista della Uil a Pescara e in Abruzzo, l’orto urbano sociale, ricavato su un’area di proprietà del Comune di Pescara: si tratta di uno spazio della città ubicato nel quartiere Porta Nuova, nei pressi della Pineta dannunziana, precisamente in strada della Bonifica, che sarà gestito da una cooperativa sociale con l’obiettivo di produrre ortaggi ad uso domestico.
L’inaugurazione è prevista per domani, alle 11, quando sarà consegnato alla città da Uniat Aps nazionale (Associazione di promozione sociale impegnata nella tutela del diritto alla casa e nella promozione di attività culturali sui temi ambientali), insieme a Uil Abruzzo, Associazione generale cooperative italiane, cooperativa sociale L’Edera e consorzio Impresa & sociale.
«Con l’orto urbano sociale, realizzato nell’ambito del progetto Orti (Orientamenti territoriali), finanziato dal ministero del Lavoro», spiega una nota, «Uniat aps nazionale intende fornire un contributo concreto da parte di un organismo del terzo settore per costruire un argine al degrado urbano e ambientale e contrastare la diffusione di teorie di discriminazione e intolleranza».