LANCIANO. Sono stati rilasciati oltre 442 Spid (Sistema pubblico di identità digitale) dal Comune di Lanciano. Il servizio è attivo dal marzo scorso ed è stato avviato per favorire il processo di digitalizzazione dei cittadini, con l’attivazione del servizio Rao (Registration authority officer) per la generazione degli Spid che sono diventati ormai la chiave di accesso veloce e sicura ai servizi digitali delle amministrazioni locali e centrali.
«Il gran numero di Spid rilasciati dimostra che il servizio funziona ed è stato apprezzato dai cittadini», commenta l’assessore alla digitalizzazione, Tonia Paolucci. Questa la documentazione da presentare per i residenti in Italia e per i residenti all’estero per l’ottenimento del servizio in Comune: documento di identità originale in corso di validità (Carta d’identità, passaporto o patente – non saranno accettate copie); tessera sanitaria con il codice fiscale in corso di validità; indirizzo e-mail personale (occorrerà per ricevere le istruzioni per l’attivazione delle proprie credenziali Spid); un numero di cellulare personale italiano (da utilizzare per attivare le credenziali). L’operatore pubblico, compilata la domanda sul portale, consegnerà al cittadino un documento contenente la prima parte del Codice di attivazione, il Sistema invierà una email all’indirizzo comunicato con la seconda parte del Codice di attivazione ed il pacchetto di attivazione in allegato, il cittadino può scegliere se effettuare lo Spid con Sielte Spa o con Poste Spa. (d.d.l.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA .