MOSCIANO. Dopo le polemiche sull’orario da adottare nel prossimo anno scolastico, che hanno animato il mondo della scuola a Mosciano, il sindaco Giuliano Galiffi prende carta e penna offrendo la sua mediazione con una proposta. Il primo cittadino ha inviato una missiva al dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo Mosciano-Bellante Roberto Puliti, alla presidente del consiglio d’istituto Manuela Nocelli, alla presidente del comitato Genitori Paola Coccia. Scrive Galiffi: «Sottopongo alla vostra attenzione una proposta oraria per l’anno scolastico 2022/2023 che contemperi la volontà di articolare le lezioni con la metodologia della cosiddetta settimana corta con la necessità di garantire un orario di uscita adeguato per ragazzi e famiglie, garantendo al contempo i servizi di trasporto scolastico». Galiffi sottolinea che nei mesi passati ha ricevuto numerose sollecitazioni tese a orientare il Comune ad avanzare differenti proposte di articolazione dell’orario delle lezioni, particolarmente gravoso specie per la primaria del capoluogo e la secondaria, con l’obiettivo di anticipare l’uscita. Il sindaco in sintesi propone un rientro pomeridiano per ogni ordine di scuola e auspica che, come per il passato, la soluzione proposta venga sottoposta anche a una valutazione preventiva delle famiglie da parte dell’Istituto comprensivo, organizzando eventualmente una consultazione online dove gli interessati potranno esprimersi in merito alle varie fasce d’orario proposte.
Per la scuola dell’infanzia e la primaria di Montone a 40 ore tutto rimarrebbe inalterato. Per la primaria di Mosciano capoluogo a 27 ore settimanali la scuola propone un orario senza rientro pomeridiano: ingresso 8.20 e uscita 13.50 dal lunedì al giovedì e il venerdì dalle 8.20 alle 13.20. Il Comune invece propone: dal lunedì al giovedì ingresso alle 8:25 e uscita alle 13.25, venerdì uscita alle 12.25 con un rientro settimanale in un giorno diverso dal venerdì, con termine lezioni alle 17. Nel rientro è prevista mezz’ora di pausa mensa. Per Mosciano Stazione, primaria a 27 ore, la scuola propone ingresso alle 7.55 e uscita fino al giovedì alle 13.25, il venerdì fino alle 12.25. Il Comune propone dalle 7.55 alle 12.55 con un rientro e uscita alle 15.25 e mezz’ora di pausa pranzo. Per la scuola secondaria a 30 ore il Comune propone ingresso alle 8.30 e uscita alle 14 con rientro in un giorno da definire che preveda l’uscita alle 17 e la mezz’ora di pausa pranzo.
Alfonso Aloisi