SILVI. Il centrodestra è pronto a fare quadrato sulla ricandidatura di Andrea Scordella. Sul via libera al secondo mandato del primo cittadino uscente c’è un’apertura anche da parte del suo attuale vice e rappresentante di Idea Fabrizio Valloscura. «Sul piatto ci sono molti progetti in ballo» sottolinea, richiamando quindi l’importanza di proseguire all’azione amministrativa avviata, anche se rimanda ai vertici del suo movimento l’ultima parola sull’ufficialità del sostegno al primo cittadino uscente. Il nulla osta da parte di Idea è atteso dopo l’investitura di Scordella è stata rilanciata da Luigi D’Eramo, coordinatore regionale della Lega, partito del sindaco, cui sono seguite la conferma dell’appoggio anche da parte di Forza Italia, con il suo coordinatore abruzzese Nazario Pagano, e le parole del senatore e coordinatore regionale di Fratelli d’Italia Etelwardo Sigismondi, secondo cui va garantita la continuità dell’attività in corso.
«Prima di confermare il sostegno al sindaco uscente devo interpellare il presidente Gaetano Quagliarello che mi dirà cosa fare», precisa Valloscura, «sul nome di Scordella non ho nulla contro: se tutti i coordinatori regionali hanno fatto sapere di volerlo appoggiare, la prossima settimana decideremo anche noi. Ci sono tanti progetti da terminare nella prossima consiliatura e tre, in particolare sul tema del sociale, vanno chiusi prima della fine del mandato». Valloscura cita tra gli interventi prioritari l’area di sgambettamento cani, il mercato solidale e il piano contro gioco d’azzardo e ludopatia. Il vice sindaco, che è anche coordinatore dei progetti del Pnrr, evidenzia che tanto ancora c’è da fare. «Abbiamo avuto un momento di stop per i grandi progetti», ricorda, «dobbiamo gestire ben 15 milioni di euro di fondi Pnrr che abbiamo ottenuto, tra l’altro, per la passeggiata sul mare, la ristrutturazione delle case popolari nella frazione di Pianacce, la riqualificazione dell’ex Villaggio del fanciullo e la definitiva sistemazione dei marciapiedi sul lungomare a partire da via Taranto fino alla fine di via D’Annunzio. Poi c’è da far finanziare il mega intervento per il polo scolastico che dovrà sorgere dietro la caserma dei carabinieri di via Po. Il progetto è già esecutivo d il valore dell’opera è di circa 700mila euro e anche questa pensiamo di inserirla nei fondi del Pnrr». Se da un lato il centrodestra mira a presentarsi compatto alle urne, sul versante del centrosinistra c’è ancora fermento. Di recente sono nate due liste civiche: “Silvi e basta”, capitanata dal consigliere ex Cinque Stelle Massimo Blasiotti, e “Siamo Silvi”.
©RIPRODUZIONE RISERVATA