CHIETI . L’obiettivo è quello di evitare che il mega cantiere da 4,273 milioni di euro definito «tra i più importanti della città» dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Diego Ferrara, possa creare disagi alla viabilità nel momento in cui verrà aperto. Per questo motivo ieri mattina tecnici e ditte incaricate a eseguire i lavori hanno effettuato un sopralluogo in vista degli interventi per la scala mobile e per i parcheggi al terminal bus di piazza Falcone e Borsellino.
ENTRO SETTEMBRE
«Entro la fine di questo mese contiamo di consegnare i lavori», annuncia l’assessore alle opere pubbliche, Stefano Rispoli. «Sarà uno dei cantieri più importanti della città considerata la rilevanza della scala mobile e della piazza. Ci stiamo organizzando al meglio per evitare che si possano venire a creare problemi durante gli interventi, che dureranno almeno un anno e mezzo». Le decisioni, più nel dettaglio, verranno prese a seguito di un incontro in programma venerdì al quale parteciperanno anche il comandante di polizia locale, Donatella Di Giovanni, e il funzionario dell’ufficio traffico e viabilità. Ma i primi passi sono stati già mossi. Il sopralluogo di ieri è stato utile a definire il cronoprogramma dei lavori, stabilire l’area di cantiere e valutare un’ipotesi per la viabilità in base al cronoprogramma stesso. Hanno partecipato l’assessore, la direzione lavori, il rup (responsabile unico del procedimento), il supporto tecnico al rup e le ditte.
LA SCALA MOBILE
Per quanto riguarda i lavori alla scala mobile, questi prevedono la sua demolizione e ricostruzione. Il maxi intervento rientra nell’ambito del progetto di riqualificazione urbana “RiqualificaTeate” e sarà finanziato con una parte degli 11 milioni provenienti dal decreto “Periferie”. Il piano prevede il rifacimento totale dell’impianto di risalita meccanizzata, con una scala mobile a doppia rampa che completerà il raggiungimento pedonale dal piano del parcheggio pubblico a piazza Padre Jose Escrivà, adiacente a via Asinio Herio e a pochi passi dal centro storico della città. A questo intervento si affianca la riqualificazione paesaggistica e funzionale dell’area coincidente con il piano pedonale di accesso alla scala mobile, caratterizzato da uno stato di forte degrado.
PARCHEGGI
Le opere in programma prevedono anche l’ampliamento del parcheggio posto al di sotto del terminal di piazza Falcone e Borsellino. In particolare, verrà realizzato un secondo piano seminterrato per i parcheggi che occuperà uno spazio complessivo di 3.870,50 metri quadri: in totale, alla fine dei lavori, ci sarà spazio per 101 nuovi posti auto.
IL CANTIERe per FASI
Il cantiere sarà “diviso” per step con l’obiettivo di evitare disagi ai teatini, in particolare sul fronte della viabilità. «Si inizierà con la demolizione della scala mobile e la scalinata che dal terminal porta nella parte alta», conferma l’assessore Rispoli. L’apertura del maxi cantiere in piazza Falcone e Borsellino costringerà l’amministrazione a spostare momentaneamente il terminal per gli autobus in un’altra zona. C’è, inoltre, un piano preciso per i punti di sosta. «Faremo di tutto per cercare di limitare al massimo eventuali problemi e non creare troppi disagi alla cittadinanza», conclude l’assessore ai lavori pubblici, «anche se un’opera così importanti potrebbe causare qualche difficoltà».
©RIPRODUZIONE RISERVATA