FRANCAVILLA. Tra feste di piazza, concerti, eventi e saldi, i commercianti francavillesi vogliono farsi trovare pronti per l’arrivo del clou dell’estate, quando la popolazione lievita anche per effetto della presenza dei turisti.
Sia l’associazione dell’Asterope che quella della Sirena hanno iniziato a lavorare in questa direzione per sfruttare al massimo le occasioni fornite dalle lunghe giornate estive. «I saldi sono partiti a inizio luglio con sconti che in alcuni casi raggiungo anche il 40 o 50 per cento», spiega il presidente di Francavilla Centrale Maurizio Nastasi. «Il movimento c’è, e questo consente a tutti di riuscire a lavorare. Rispetto agli anni passati assistiamo anche a una delocalizzazione dei turisti: se prima tutto si concentrava tra viale Nettuno e la Sirena, adesso tra le zone più frequentate c’è anche la pista ciclopedonale e il porto turistico. Credo che questa sia una cosa positiva perché significa che la città riesce a offrire più alternative».
Proprio il porto turistico sarà il cuore della festa organizzata dall’associazione, dal 18 al 21 agosto: «Abbiamo pensato di farla al suo interno perché vogliamo valorizzare quella zona, anche in ottica di uno sviluppo futuro. Per il prossimo anno dovremmo assistere al completamento del ponte, in grado di unire le due piste ciclopedonali: ritengo che questo possa rendere Francavilla ancora più attrattiva». E sulla festa aggiunge: «Ci sarà lo street food, intrattenimento e area dedicata ai bambini».
All’Asterope, invece, si punta molto sulla festa in onore di Sant’Alfonso, in programma tra il 31 luglio e il 1° agosto. Una festa che, nella seconda giornata, vede quest’anno il ritorno del concertone in piazza grazie allo spettacolo di Francesco Renga. «Adesso siamo concentrati sulla manifestazione “Cerasuolo a mare” in programma domani e dopodomani», spiega Lorenzo Petrongolo dell’associazione Nuova Asterope.
«Certo è che la festa di Sant’Alfonso, e il ritorno dopo tre anni del concerto di piazza contribuiranno a dare nuova energia a tutta la nostra zona e agli esercenti che ci lavorano». Quindi spiega: «Qui ci sono più che altro bar, caffè e pub, e devo dire che un po’ tutti ci stiamo attrezzando per farci trovare pronti. Tra aperitivi cenati, drink e musica vogliamo accogliere il pubblico, che ci auguriamo sia numeroso, non solo durante la sera del concerto, ma anche in quella precedente, dopo sono previsti i fuochi d’artificio in onore di Sant’Alfonso. Il tutto dopo la funzione liturgica che è prevista nella chiesa presente in piazza».
©RIPRODUZIONE RISERVATA