GIULIANOVA . Mancavano pochi minuti alle 13 quando, alla sala operativa della polizia locale è arrivata la richiesta d’aiuto per un incendio nell’ex mercato coperto in piazza Dalla Chiesa, da poco di proprietà del Comune. Sul posto si sono precipitate pattuglie della municipale e dei carabinieri insieme a due mezzi dei vigili del fuoco del distaccamento di Roseto.
Il rogo, alimentato da cartoni e suppellettili varie, si è sviluppato in un locale posto al secondo piano dell’ampio fabbricato al centro della piazza. Le squadre dei vigili del fuoco con un’autopompa, un fuoristrada con modulo antincendio e un’autobotte inviata dal comando di Teramo, ha spento rapidamente l’incendio. Sono stati evitati così danni peggiori. Per accedere all’interno dell’immobile i vigili del fuoco hanno utilizzato una scala grazie alla quale hanno potuto raggiungere una finestra. Proprio nei giorni scorsi su una chat cittadina un’iscritta ha segnalato che la porta del mercato, sebbene fosse stata bloccata, risultava ancora aperta con conseguente via vai di «tossicodipendenti che litigano e si prendono a botte sia dentro che fuori la struttura». Nello stesso messaggio è stato evidenziato che alcuni venditori del mercato all’aperto «ci hanno anche riferito di persone che ogni giovedì entrano ed escono, dando fastidio a chi è lì per lavorare».
È stato segnalato, inoltre, che quella porta era aperta da settimane, senza che nessuno si fosse preoccupato di serrarla. Non è la prima volta che l’ex mercato coperto finisce al centro di episodi di vandalismo e degrado. La struttura, in precedenza di proprietà della Giulianova Patrimonio, è praticamente inutilizzata dal marzo 2010. Sono passati oltre 12 anni da quando l’ultimo esercente ha abbandonato il proprio banco di vendita all’interno, ma nulla finora è stato fatto per avviare un qualsiasi tipo di riqualificazione.
©RIPRODUZIONE RISERVATA