AVEZZANO. La sera di sabato 21 maggio un equipaggio della Volante del commissariato di Avezzano nota, nella zona nord della città, un’autovettura sospetta che procede a fari spenti e che alla vista degli agenti si dà alla fuga in maniera precipitosa.

Parte l’inseguimento con i fuggitivi, che speronano più volte il mezzo di polizia e dopo aver fermato la corsa schiantandosi su un’auto in sosta, riescono a far perdere le loro tracce abbandonando il veicolo nella frazione di San Pelino, nonostante gli agenti avessero anche sparato un colpo di pistola in aria a scopo intimidatorio.

leggi anche:

Inseguiti nella notte dopo che hanno tentato di speronare la polizia Sono due spacciatori che a bordo di un’Audi scura sono andati a schiantarsi fuori strada: gli agenti hanno sparato un colpo in aria, loro sono riusciti a fuggire lo stesso

L’autovettura utilizzata è stata subito sequestrata. Dai controlli effettuati sulla macchina è saltato fuori che era di proprietà di un avezzanese, ma di fatto in uso a un cittadino marocchino, già noto alle forze dell’ordine. All’interno dell’auto, inoltre, c’era uno scontrino fiscale rilasciato, nella stessa serata dei fatti, da un negozio di abbigliamento di Avezzano. La visione delle immagini delle telecamere dell’esercizio commerciale ha permesso al personale dell’Anticrimine di arrivare agli autori della fuga anche attraverso gli indumenti indossati.

Rintracciati all’interno della loro abitazione, i due sono stati sottoposti a perquisizione personale e domiciliare nel corso della quale, addosso a un terzo connazionale presente in casa, sono stati trovati 15 grammi di cocaina. I due fuggitivi, oltre a vedersi contestate diverse infrazioni al codice della strada commesse in occasione della fuga, sono stati denunciati per resistenza a pubblico ufficiale, mentre il terzo connazionale per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Nei confronti degli tre verranno anche avviate le procedure per l’espulsione dal territorio nazionale.