SCURCOLA MARSICANA. È stato il piazzale del seminario ad ospitare domenica “Ad horam nonam: nuove ricerche sul Sacro Triduo abruzzese fra pratiche sonore e devozione”. Un’iniziativa tra il sacro dei canti intonati dai cantori di Scurcola Marsicana e la ricerca promossa dalla Pro loco di Avezzano che, in collaborazione con la diocesi di Avezzano ha organizzato l’iniziativa nell’ambito dei lavori della VI Tavola rotonda di etnomusicologia. Nella piazzola, grazie a un gioco di luci e alle stazioni della Via Crucis, si respirava l’atmosfera del Venerdì Santo quando a Scurcola Marsicana, fin dalla mattina, le confraternite si vestono e attraversano le strade del paese. Sono stati proprio loro, dopo i saluti iniziali affidati a monsignor Giovanni Massaro, vescovo di Avezzano, e a Edoardo Tudico, presidente della Pro loco, a presentare i canti della tradizione popolare con la direzione del maestro Orlando Andreoli e l’accompagnamento musicale di Monica Tortora all’organo. L’attore Corrado Oddi ha accompagnato i presenti alla riscoperta di brani tramandati di generazione in generazione. (e.b.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA .