MONTESILVANO. Il giornalista inviato di guerra Fausto Biloslavo, che da mesi segue il conflitto in Ucraina, il questore dell’Aquila Enrico De Simone e il colonnello medico dei carabinieri Alessandro Rauccio, che fu tra i primi a prestare soccorso ai feriti di Nassiriya nel giorno dell’attentato. Saranno loro quest’anno a ritirare l’Aquila, il riconoscimento assegnato dal Comune di Montesilvano nell’ambito del Premio Nassiriya. L’iniziativa, arrivata alla sua 14ª edizione, è stata istituita dal Comune di Montesilvano nel 2008 per ricordare le vittime dell’attentato in Iraq che causò 28 morti, tra cui 19 italiani, e il ferimento di oltre 50 persone.
Si tratta di un appuntamento che, ogni anno, vede la consegna di tue tipologie di premi. Il primo è appunto l’Aquila che viene consegnata a personaggi illustri che si sono particolarmente distinti nel corso della loro carriera o in occasioni determinanti per il mantenimento e il conseguimento della pace e della sicurezza in scenari nazionali o internazionali. Ci sono poi le targhe e le pergamene che vengono consegnate a uomini e donne delle forze dell’ordine e di soccorso del nostro territorio, che nel corso dell’ultimo anno hanno condotto operazioni particolari mostrando coraggio, impegno, professionalità e grande senso del dovere.
La cerimonia di consegna dei riconoscimenti si terrà, nel giorno dell’anniversario della strage, il 12 novembre, a partire dalle ore 10, nella multisala “The Space” di Montesilvano. (a.l.)