SULMONA. Con la riorganizzazione dei settori amministrativi del Comune e il contemporaneo dimissionamento del comandante Massimiliano Giancaterino a scadenza di contratto, sia il corpo di polizia locale che il Quarto settore del Comune si sono ritrovati senza guida e con numerosi problemi da risolvere.
Così sindaco e giunta hanno deciso di correre ai ripari proponendo al Comune di Avezzano una convenzione per reperire un comandante dirigente a scavalco, al quale toccherà guidare il corpo dei vigili urbani, almeno fino alla definizione del concorso in atto. Una strada che il sindaco Gianfranco Di Piero ha deciso di percorrere per coprire il “buco” che si è aperto con il mancato rinnovo dell’incarico a Giancaterino, il cui contratto è scaduto il 31 dicembre scorso. Una strada che aveva tentato di percorrere anche l’ex sindaco Annamaria Casini, all’epoca bloccata e fortemente criticata da chi, ora, sta valutando di promuovere la stessa operazione. Allora le critiche arrivarono soprattutto dal Pd.
«Non nego che ci sono dei contatti in corso con il Comune di Avezzano», conferma il primo cittadino. Se la scelta tecnica e politica che l’amministrazione sta vagliando porterà o meno all’accordo si vedrà nei prossimi giorni. Nel frattempo giovedì mattina è stata conferita la posizione organizzativa all’attuale vicecomandante Paolo La Gatta, un passaggio necessario per superare il blocco amministrativo che si è venuto a creare dal primo gennaio con l’assenza del comandante nel corpo di polizia municipale. Soprattutto per quanto riguarda le contravvenzioni da firmare che rischiavano di essere invalidate, le cartelle esattoriali e gli ordini di pagamento fermi nei cassetti di Palazzo San Francesco in attesa della firma digitale. Una soluzione per tamponare l’emergenza ma che alla fine, potrebbe creare nuovi problemi al martoriato settore della polizia locale, da anni alle prese con problemi rimasti irrisolti. Intanto sono cinquanta i candidati che hanno fatto richiesta per partecipare al concorso di dirigente del quarto settore e del corpo di polizia locale. Un piccolo esercito di Aspiranti dirigenti, tra i quali dovrà uscire fuori la figura del nuovo comandante dei vigili urbani di Sulmona. (c.l.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA.