L’AQUILA. «Dopo l’approdo all’Aquila nelle scorse settimane, il taser arriva in altre cinque città abruzzesi: Sulmona, Alba Adriatica, Popoli, Lanciano e Teramo. Sarà in dotazione alla polizia, ai carabinieri e alla Guardia di finanza per tutelare la sicurezza dei cittadini. La distribuzione, graduale e continua, della pistola a impulsi elettrici, agli operatori di pubblica sicurezza che si occupano di prevenzione e controllo del territorio, ogni giorno in prima linea per difenderci, si deve allo straordinario lavoro della Lega».
Così il coordinatore regionale abruzzese della Lega, il deputato aquilano Luigi D’Eramo, sull’arrivo del taser in altre quattro città abruzzesi.
«Non c’è ombra di dubbio che la dotazione di questa arma non letale è una delle misure che senza il Carroccio al governo nazionale, non sarebbe mai stata varata», spiega ancora il parlamentare, «questo alla luce della contrarietà espressa dalla sinistra. In tal senso, un plauso e un sentito ringraziamento va al nostro sottosegretario all’Interno Nicola Molteni».