VASTO. La nomina di nuovi primari entro giugno e l’assunzione di medici da destinare ai reparti più in sofferenza. È quanto ha annunciato ieri la Asl, al termine di una riunione tra i vertici dell’azienda sanitaria con i direttori e responsabili delle Unità operative dell’ospedale San Pio per valutare i fabbisogni del presidio ospedaliero necessari a gestire nuove tecnologie per 4 milioni di euro, e individuare strategie per reperire le risorse umane, divenute carenti a causa di pensionamenti e dimissioni registrate in pochi mesi.
La Asl ha presentato un “Piano Vasto” per il personale, per restituire agli operatori la necessaria serenità. «A breve», è stato detto, «sarà pubblicato sul sito internet dell’Asl un avviso di mobilità, aperto a tutte le discipline, rivolto esclusivamente all’ospedale di Vasto. Saranno accolte tutte le richieste di medici e personale che vorranno scegliere il San Pio come sede di lavoro. Non saranno contemplate altre scelte. Sono stati emanati anche avvisi per assunzioni a tempo determinato per cardiologi, pediatri, oncologi, anestesisti e medici di Pronto soccorso, mentre per ortopedici, ginecologi e specialisti in Patologia clinica la Asl di Chieti partecipa al concorso in forma aggregata, per assunzioni a tempo indeterminato, in corso di espletamento presso la Asl di Teramo nel ruolo di capofila. Analogamente accade per il concorso per anestesisti a cui sta lavorando la Asl dell’Aquila. Per cardiologi e medicina interna è la stessa Asl teatina a fare da capofila. Un’altra procedura in atto riguarda la mobilità per anestesisti, radiologi, anatomopatologi e medici di Medicina trasfusionale».
Per gli infermieri, espletato il concorso, la commissione è impegnata nella correzione della prova scritta e nella valutazione dei titoli dei candidati che hanno partecipato. L’assunzione degli operatori socio sanitari è in attesa della definizione dei contenziosi registrati a conclusione del concorso esperito dalla Asl di Teramo. Saranno stabilizzati i contratti di tutto il personale che ha maturato i requisiti. A breve sarà nuovamente bandito il concorso per il Pronto soccorso e in quanto ai concorsi per direttore di unità operativa complessa a Vasto, è in fase di costituzione la Commissione per anestesia e rianimazione.
Dopo l’annuncio, la Asl ha risposto alle critiche ricevute in questi giorni, affermando che negare l’impegno per il San Pio «è segno di scarsa onestà intellettuale. Le iniziative in atto e gli impegni reali presi dalla direzione per l’ospedale di Vasto sono evidenti. Non c’è memoria negli ultimi dieci anni di un’attenzione così pressante e concreta. La linea è chiara, e si esprime attraverso tutti gli atti adottati, dal piano investimenti per nuove tecnologie, per il quale è stato autorizzato un milione di euro finanziato con il bilancio aziendale, alle nomine dei nuovi primari, al piano per il personale. Tutto concorre a restituire forza al San Pio. Manterremo fede agli impegni presi con la Regione». (p.c.)