PESCARA. «Sono almeno tre settimane che si verifica una perdita di acqua sul lungomare sud, all’altezza dell’ingresso fornitori del porto turistico. Visto che si parla tutti i giorni di carenza di acqua, di razionamenti in vista, e di siccità non crediamo sia opportuno che l’acqua si butti via così». I cittadini del lungomare Papa Giovanni XXIII denunciano uno spreco a cui si assistono già da un po’ e chiedono l’intervento risolutivo dell’Azienda consortile acquedottistica considerato che fino ad oggi il problema non è stato superato.
L’Aca, guidata da Giovanna Brandelli, è già intervenuta, in realtà, con il proprio personale, per un sopralluogo. È stata riscontrata una rottura per cui si rende necessario un pezzo sostitutivo, spiegano proprio dall’Aca. Un pezzo particolare, a quanto pare, che deve essere reperito dall’Azienda consortile acquedottistica per cui passerà altro tempo, tra l’ordine e il recapito del pezzo a chi dovrà occuparsi della riparazione. La sistemazione avverrà «appena possibile», assicurano dall’Aca ai cittadini.