PESCARA. Attesa da 25 anni, realizzata in 9 mesi. La strada Pendolo, che collegherà quattro quartieri, zona ospedale, Villa del Fuoco, San Donato fino alla pineta dannunziana, è in dirittura d’arrivo. «L’inaugurazione dei primi due lotti è prevista entro gli inizi di luglio», annuncia l’assessore alla Mobilità, Luigi Albore Mascia, «ma prima bisognerà completare gli arredi e i collaudi». In fase conclusiva i lavori del primo lotto, 200 metri di asfalto dalla Tiburtina a via Salara vecchia, all’altezza di via Enzo Tortora. Successivamente sarà ultimato il secondo tratto, 430 metri, da via Tortora a via Rio Sparto percorrendo strada Comunale Piana fino, a confluire su piazzetta Italo Febo a San Donato. Nel frattempo va avanti il cantiere aperto in via Pantini, ma le ruspe andranno avanti ancora per mesi. Mascia: «La strada Pendolo, che snellirà gran parte del traffico cittadino, è attesa da 25 anni, noi l’abbiamo realizzata in 9 mesi».
«Nel primo lotto», spiega il direttore dei lavori e responsabile della sicurezza Carlo Ciabattoni, «abbiamo steso l’asfalto, creato la rete antincendio, la rete idrica per future edificazioni, gli impianti di acque bianche e nere, l’illuminazione e cavidotti per eventuali fibre ottiche. In arrivo gli arredi urbani, 4 panchine in pietra, i cestini e le rastrelliere per le bici e la segnaletica orizzontale e verticale anche sulla pista ciclabile rossa a doppia corsia».
L’impianto di irrigazione servirà a innaffiare 24 alberi di paulonia e albizie e circa 400 arbusti vari, tra cui rose nane, che invadono il percorso. Il secondo lotto è stato seguito dal direttore operativo e ispettore dei cantieri, Alessandro Pompa. Una rotonda è stata realizzata nel tratto della Tiburtina che si interseca su via Lago di Capestrano di fronte all’area dove nel settembre 2021 le ruspe hanno abbattuto i vecchi muri. Altre due rotonde lungo strada Comunale Piana e vicino piazza Febo, a San Donato, dove la strada Pendolo sfocerà. Lungo questo tratto, in arrivo cestini, verde, panchine e stalli per bici. La pista ciclabile, larga tre metri, partirà dal ponte Capacchietti, percorrerà la strada Pendolo fino a San Donato per ricongiungersi con viale Pindaro, zona universitaria e giudiziaria. Durante il tragitto sono previste anche fermate del bus di Tua. (c.co.)