AVEZZANO. I parcometri hanno fruttato oltre 300mila euro nelle casse del Comune di Avezzano. Ammontano esattamente a 318mila 161,44 euro i proventi derivanti dalla sosta a pagamento in città relativi allo scorso anno.
Con una determina, la numero 20 del 16 gennaio, il dirigente del settimo settore, Luca Montanari, ha approvato le entrate derivanti dal servizio parcometri. Gli introiti relativi alla sosta a pagamento, all’interno delle strisce blu, provengono dagli abbonamenti riservati ai residenti e ai titolari delle attività commerciali, dalle schede gratta e sosta in distribuzione nelle edicole e nelle tabaccherie e dalle monete che vengono prelevate periodicamente dai numerosi parcometri installati in città. Rispetto al 2022 si registra un incasso più basso.
Per l’assessore alla Viabilità Emilio Cipollone «le minori entrate sono dovute principalmente ai lavori stradali per la posa in opera della fibra ottica. Quasi 50 chilometri di strade interessate dagli interventi di scavo e quindi interdette alla sosta che, di conseguenza, hanno penalizzato anche gli incassi». Lo stesso giorno la giunta comunale aveva deliberato anche per l’anno 2024 l’utilizzo degli introiti derivanti dalle sanzioni amministrative pecuniarie stabilendo nel dettaglio di destinare «il 50 percento della somma di 700mila euro alla viabilità, alla segnaletica stradale, alla videosorveglianza e all’acquisizione di supporti tecnici per la polizia locale, come divise e auto di servizio.
La somma che include anche le entrate dei parcometri viene calcolata sulla base di uno storico degli anni precedenti. (f.d.m.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA .