AVEZZANO. Rivoluzione parcometri ad Avezzano: annunciata dal consiglio comunale la volontà di esternalizzare il servizio. Nel corso dell’ultimo consiglio comunale è stato confermato che verrà avviato uno studio grazie al quale si potrà capire in che modo affidare la gestione dei parcheggi sulle strisce blu ai privati. Una strada analoga era stata percorsa 10 anni fa, ma senza risultati.
GESTIONE PARCOMETRI
La carenza di personale e la necessità di migliorare i servizi offerti ai cittadini hanno spinto l’amministrazione, nell’ambito della revisione della struttura organizzativa dell’Ente, a dare il via libera a uno studio per affidare la gestione dei 41 parcometri della città a una realtà esterna. Attualmente, infatti, ci sono solo due persone che monitorano se gli automobilisti che lasciano le auto sulle strisce blu nell’area del quadrilatero (via Roma, via XX Settembre, via Montello e via Monte Velino), nelle strade intorno a piazza Risorgimento e nella zona nord della città, hanno regolarmente pagato. E spesso si registrano problemi legati alla manutenzione delle macchine. Gli uffici comunali avranno ora il compito di avviare uno studio per capire le modalità di esternalizzazione del servizio. Bisognerà valutare, infatti, prima di tutto canoni e strisce blu, chiarendo se la ditta affidataria avrà la possibilità o meno di aumentare le tariffe, ma anche il numero di parcheggi a pagamento. Il Comune, inoltre, dovrà valutare il rapporto costo benefici tenendo in conto sia gli incassi annuali, comprensivi di sanzioni emesse per chi non paga il ticket, sia la spesa che dovrà sostenere per dare in gestione il tutto. «Siamo ancora in una fase di elaborazione, ora saranno gli uffici a dover lavorare per capire se questa strada potrà essere percorsa e in che modo», ha dichiarato l’assessore al Bilancio Loreta Ruscio, «purtroppo abbiamo da tempo una carenza di personale, ci sono pochi addetti e non più tanto giovani, che non riescono a coprire tutta la città. Valuteremo quindi la possibilità di esternalizzare il servizio anche pensando a un partenariato pubblico-privato, o a un’altra soluzione che possa essere adatta». Dubbi sono stati espressi dal consigliere Alfredo Mascigrande che ha chiesto chiarezza. «Ho votato contro il rendiconto di bilancio perché troppe cose sono ambigue», ha affermato il consigliere Alfredo Mascigrande, «una su tutte proprio l’esternalizzazione dei parcometri. Non sappiamo se aggiungerà o toglierà posti di lavoro e quali saranno le tariffe. Le cose non dette sono troppe e per questo vigilerò per capire cosa verrà fatto. Poi ci sono altri punti oscuri. Nel bilancio preventivo c’era il rifacimento di via XX Settembre e di via Sant’Andrea, ma poi di ciò non si è vista neppure l’ombra».
ALTRI PUNTI
Il consiglio comunale di giovedì, inoltre, ha dato il via libera all’incremento dei fondi del sociale passati da 246mila a 500mila euro per il sostegno alle famiglie in difficoltà. Sì dei consiglieri anche allo snellimento dell’iter per gli alloggi Peep che potranno diventare in toto proprietari grazie alla trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà, e all’aggiornamento del disciplinare con le integrazioni delle zone in cui è possibile realizzare case funerarie.
©RIPRODUZIONE RISERVATA