OVINDOLI. Mettono a segno un colpo nello stabile che ospita un affittacamere, ma quando tentano di entrare nell’abitazione accanto vengono scoperti e messi in fuga dal proprietario. È accaduto l’altra sera a Ovindoli, intorno all’ora di cena. Erano da poco passate le 20.30 quando il padrone di casa ha avvertito degli strani rumori provenire dalla cameretta dei bambini.
Insospettito, si è diretto verso la stanza, una volta entrato ha notato che qualcuno dall’esterno stava tentando di forzare la finestra per introdursi in casa. Alla vista dell’uomo i malviventi hanno capito di essere stati scoperti e di avere poco tempo per darsi alla fuga. Il padrone di casa, infatti, è uscito precipitosamente fuori, ma è caduto nel tentativo di inseguire i ladri.
È riuscito, però, a vedere che si trattava di tre persone che hanno poi fatto perdere le loro tracce.
Meno fortunata è stata la sua vicina di casa. La donna, che gestisce un servizio di affittacamere, poco prima aveva ricevuto la visita della stessa banda. Ciò che ha stupito i residenti del piccolo comune marsicano è stato l’orario in cui i banditi hanno deciso di agire, in un momento della giornata nel quale spesso le famiglie sono a cena oppure davanti alla televisione.
La notizia della presenza dei tre malviventi in paese ha fatto subito il giro dei social e così i giovani di Ovindoli si sono radunati in strada nel tentativo di sorprendere la banda che probabilmente nel frattempo aveva già lasciato il territorio, come ha precisato l’uomo che ha subito il tentativo del furto, sottolineando anche la coesione e la solidarietà della comunità di Ovindoli.
E alcuni giovani sono rimasti svegli tutta la notte per sorvegliare il paese con ronde e appostamenti per evitare che i ladri potessero tornare a colpire altre abitazioni. Dell’accaduto sono stati informati anche i carabinieri della locale stazione che hanno avviato le indagini per cercare di risalire ai responsabili dei raid. (f.d.m.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA.