L’AQUILA. Si sono svolte alcuni giorni fa, all’istituto Dante Alighieri dell’Aquila, le premiazioni della prima edizione delle Olimpiadi del disegno geometrico, una vera e propria gara che ha visto impegnati oltre 500 alunni dell’istituto comprensivo, partendo dalle classi quinte della primaria fino ad arrivare alle terze della scuola media. Come una vera gara c’è stato il momento dell’allenamento, con i ragazzi chiamati ad affinare le proprie capacità attraverso una serie di esercitazioni. Poi ci sono state le prime selezioni e solo i migliori hanno poi partecipato alla competizione finale. Questi compiti, rigorosamente anonimi, sono stati valutati da una giuria di esperti, e solo una volta stabilito il miglior disegno, questi elaborati sono stati associati al nome dell’autore. L’iniziativa è nata da una idea della professoressa di Tecnologia Paola Trivelloni, accolta dai colleghi Maurizio Grimaldi, Paola Passadori e Francesco Stornelli e dalle docenti della scuola primaria. Il progetto ha ricevuto inoltre il patrocinio del Comune, dell’Università e della Gran Sasso Acqua Spa. A giudicare i lavori dei ragazzi una commissione composta da docenti e professionisti (Licia galizia, Alessandra Marono, Stefano Brusaporci, Giuseppe Cimmino, Vittorio Fabrizi). Alla premiazione era presente l’assessore comunale Francesco Bignotti. Fabrizi, a nome della commissione, ha ringraziato la dirigente Antonella Conio e i docenti della Alighieri. Questi gli alunni premiati: Viola Sevi, Giulia Roselli e Marco Gallucci (classi quinte); Marco Granata, Marco Cercarelli e Giulia Tremarelli (classi prime scuola secondarie); Maria Di Domenico, Alessio Lepidi e Andrea Pilla (seconde classi); Maria Fiamma, Benedetta Maria Colaianni e Giulio Cesare Cucchiella (classi terze).
©RIPRODUZIONE RISERVATA.