ORTONA . È convocato per oggi l’ultimo consiglio comunale prima delle elezioni amministrative in programma domenica. La presidente Lucia Simona Rabottini ha fissato per questo pomeriggio alle ore 15 la seduta in prima convocazione e, alla stessa ora di domani, la seconda. All’ordine del giorno ci sono l’approvazione del rendiconto di gestione per l’esercizio 2021, ossia il bilancio consuntivo, e le variazioni al bilancio di previsione finanziario 2022/2024. Saranno questi gli ultimi due punti di discussione dell’attuale consiglio comunale dopo cinque anni di confronti e dibattiti – anche accesi – tra maggioranza e opposizione.
Diversi dei protagonisti hanno deciso di ricandidarsi, anche come aspirante primo cittadino. È il caso di Angelo Di Nardo, capogruppo in consiglio comunale per Fratelli d’Italia, Lega e lista Libertà e Bene Comune. Aveva tentato l’elezione anche cinque anni fa, senza riuscirci, sedendo quindi tra i banchi della minoranza. Oggi è di nuovo a capo della coalizione del centrodestra che per la tornata elettorale alle porte conta cinque liste. Alle tre già citate, infatti, si aggiungono Ortona sociale e Ortona futura.
Uno dei temi della sua campagna elettorale è sicuramente l’agricoltura: «Un settore strategico», afferma, «capace di dare opportunità lavorative anche ai nostri giovani che però va rimesso al centro dei progetti dell’amministrazione comunale che, purtroppo, in questi anni non è stata vicina agli imprenditori agricoli. Abbiamo visto recapitare accertamenti non dovuti, come richieste di pagamento Imu proprio a imprenditori agricoli esenti per legge. Noi», continua, «invece abbiamo in mente delle azioni fatte in sinergia con le realtà presenti sul territorio, come i consorzi e le cooperative sociali».
Da parte sua il sindaco Leo Castiglione nella serata di ieri è stato impegnato in tre comizi nel giro di poche ore. Il primo alle 19.30 in via Salvucci, al parco giochi di Fonte Grande, un’ora più tardi in via D’Ambrosio, zona Costantinopoli, e alle 21 in via Tedesco, nella zona di San Giuseppe. Allo sprint finale anche i candidati Ilario Cocciola, sostenuto da sette liste, e Francesco Terra di Ancora Italia. Tutti i quattro aspiranti primi cittadini si giocano le ultime carte a caccia di preferenze. La chiamata alle urne ormai è alle porte.
©RIPRODUZIONE RISERVATA