PESCARA. Oggi, dopo il voto sulla delibera di Ambiente, il consiglio comunale comincerà ad esaminare il Piano di risanamento acustico che contiene nuovi limiti per la movida della zona di piazza Muzii.
Anche su questo provvedimento è scoppiata una polemica nei giorni scorsi. I commercianti e le associazioni di categoria sono fortemente contrari. In particolare, la Confcommercio ha chiesto alla maggioranza «di evitare in piena stagione estiva forzature in merito all’approvazione del Piano acustico che potrebbero arrecare danni economici ingenti non solo alle attività di piazza Muzii e vie limitrofe, ma all’intero commercio del centro cittadino».
«Abbiamo più volte detto», ha affermato il presidente Riccardo Padovano, «che occorre trovare il giusto compromesso fra le diverse istanze in campo, si devono valutare proposte che risolvano i problemi senza mortificare una delle zone più attrattive della città con provvedimenti drastici. La politica non può subire le pressioni dei residenti senza tenere conto che tante attività sono a rischio di chiudere e centinaia di dipendenti possono perdere il lavoro».