CHIETI . Può essere la settimana della svolta per i lavori al terminal bus di Chieti. Con la firma del contratto prevista per la giornata di giovedì, si avvicina l’apertura del mega cantiere, tanto atteso e tra i più grandi della città. Una nuova scala mobile e il raddoppio dei parcheggi: questo, in sintesi, prevede l’intervento da 4,185 milioni di euro.
L’ACCORDO
La data segnata in agenda dall’assessore comunale ai lavori pubblici, Stefano Rispoli, è quella del 16 giugno. Per tale giornata verrà formalizzata la sottoscrizione del contratto, un passo decisivo verso l’avvio delle opere chiamate a migliorare la mobilità in centro tra punti sosta che verranno notevolmente incrementati e un collegamento con il centro urbano migliorato.
IL PROGETTO
Il cantiere prevede la demolizione e ricostruzione della scala mobile che sarà a tre canne invece di due, più la riqualificazione del terminal bus con il raddoppio dei parcheggi grazie alla realizzazione di una nuova area da 101 posti. Il progetto è stato avviato dalla precedente amministrazione con gli 11 milioni del decreto Periferie. Un’associazione temporanea d’impresa con a capo l’Almacis di Marramiero è stata la vincitrice dell’importate appalto, ma finora non sono mancate le difficoltà. Infatti c’è stato un lungo tira e molla per la firma sul contratto con il Comune, una indecisione dovuta al problema della rivalutazione dei prezzi. Essendo la progettazione molto datata, infatti, l’aggiornamento dei prezzi stessi ha costituito una criticità non indifferente che però è stata colmata.
LA PROGRAMMAZIONE
La sottoscrizione del contratto attesa per giovedì, aprirà una nuova fase. «Sarà un lavoro importante, potrebbero crearsi anche dei disagi alla cittadinanza», spiega l’assessore. «Pertanto nel momento in cui sarà firmato il contratto e la direzione lavori sarà pronta, ci siederemo per rivedere il cronoprogramma e intervenire a step su piazzale Falcone e Borsellino. Non abbiamo intenzione di bloccare la città».
IL PIANO
Proprio partendo da quest’ultima dichiarazione rilasciata al Centro dall’esponente della giunta comunale presieduta dal sindaco Diego Ferrara, appare chiara la volontà dell’amministrazione di organizzare i lavori in modo da creare meno disagi possibili nel corso degli interventi previsti. «Stiamo pensando di spostare i pullman su un altro spazio, tanto che precedentemente avevamo fatto già un sopralluogo al PalaTricalle ma l’ipotesi si era resa impraticabile perché la struttura è stata impiegata nell’attività contro il Covid».
IL TERMINAL
Lo spostamento del terminal bus potrebbe risultare importante affinché si recuperi qualche parcheggio durante l’esecuzione delle opere. Dove possa essere momentaneamente ricollocato il terminal stesso, però, resta ancora da decidere. «Dobbiamo riconvocare le aziende di trasporto per capire le loro esigenze», afferma Rispoli.
I TEMPI
La svolta con la firma del contratto avvicina l’inizio dei lavori, sulle cui tempistiche necessarie per essere avviati però l’assessore mostra cautela. «Vedremo, dopo la firma del contratto ci confronteremo con l’impresa che dovrà eseguirli e valuteremo, credo comunque che ci vorrà ancora un mese e mezzo, forse due, ma non voglio sbilanciarmi».
©RIPRODUZIONE RISERVATA