L’AQUILA. Aldo Cocciantelli di Bagno compie oggi 100 anni. È nato infatti il 27 novembre 1922 da Gioacchino e Giuseppina.
Fu iscritto all’anagrafe del Comune di Bagno, Comune che sarà soppresso nel 1927 (oggi è una delle tante frazioni dell’Aquila).
Nel 1941 a 19 anni la Seconda guerra mondiale lo portò a combattere nel Nord Africa dove nel 1943 fu fatto prigioniero dagli inglesi. La prigionia durò tre anni, fino al 1946, prima a Tripoli e poi ad Alessandria d’Egitto.
Tornato in Italia le sue attività furono essenzialmente legate all’edilizia e all’agricoltura.
Nel 1953 sposò Cecilia De Paolis e dal matrimonio nacquero Giovanni e Lidia. Ma la famiglia che cresceva richiedeva altri sacrifici e Aldo fu costretto ad emigrare prima in Francia (1958-1961) e poi in Germania (dal 1962 al 1963).
Il suo spirito avventuroso e le necessità contingenti lo portarono a emigrare a Roma, dove vive.
Oggi, circondato dall’affetto della moglie Cecilia, dei figli Giovanni e Lidia, dei nipoti Letizia e Matteo, nonché dei tanti parenti ed amici, festeggia in forma perfetta, nonostante le varie peripezie nel corso degli anni, il suo “primo” secolo di vita.(g.p.)