TERAMO. «Fate la musica in ogni luogo»: è il motto con cui Jack Lang, all’epoca ministro francese della Cultura, lanciò nel 1982 la Festa europea della musica nel solstizio d’estate, il 21 giugno. Lo prende in parola Teramo Natura Indomita, ricco cartellone di eventi estivi messo a punto dal Comune, che parte oggi celebrando la Festa della musica con tanti musicisti teramani e concerti diffusi nel centro storico. Soprattutto concerti jazz e swing, con la nostop di piano in piazza Martiri della Libertà, dove sono disponibili due pianoforti per le esibizioni libere di quanti si sono iscritti alla maratona pianistica, che accompagnerà buona parte della giornata. In piazza Martiri si inizia però a suonare già alle 11.30 con A&L, mentre alle 22, stesso luogo, i Pepper and The Jellies proporrano jazz tradizionale, blues e swing. In largo San Matteo alle 18 concerto degli allievi del dipartimento jazz del conservatorio Braga e alle 21 il Loustic Quartet. In via Capuani alle 19 i classici dell’era swing con il Fidanza Jazz Combo, il chitarrista Fabio Fidanza e il batterista Dario Di Giammartino. Alla stessa ora, ma in corso De Michetti, The Relatives (Cristiano Vetuschi chitarra, Sabatino Matteucci sax, Davide Bargiglione percussioni, Rudy Baiocchi voce). La Festa della musica apre il denso cartellone Tni 2022, che fino al 30 settembre proporrà tanti appuntamenti tra teatro, cinema, libri, mostre, sport, food, benessere, attività per bambini, con la musica a farla da padrona. Il prossimo concerto vede protagonista Filippo Graziani il 24 giugno a San Nicolò. Molte le proposte di richiamo, tra cui spiccano i concerti in piazza Martiri di Arisa (14 luglio), Noemi (12 agosto), Litfiba (28 agosto), oltre a Roberto Vecchioni (8 luglio, Pietracamela), Fuzzy Dice e Bobby Solo (17 luglio, piazza Martiri), Modena City Ramblers (30 luglio, San Nicolò).(a.fu.)