CHIETI. Archiviato il concerto del Primo maggio allo Scalo con Morgan e Andy, archiviato pure quello del santo patrono alla villa comunale con Zarrillo, calato il sipario sul Gran Criterium Vetturette e sulle tante iniziative organizzate nella prima metà di maggio, l’amministrazione presenta il restante cartellone del Maggio Teatino. Che quest’anno si allunga fino al 19 giugno. Ieri il sindaco Diego Ferrara e il vice Paolo De Cesare hanno illustrato il programma.
Un momento anche per consegnare un tributo a Tonino Salvatore, l’ex assessore che ha ideato il Maggio Teatino ai tempi del sindaco Nicola Cucullo. Salvatore ha a sua volta ringraziato l’amministrazione «per tutto quello che sta facendo per la cultura e per la città. Il calendario è un tributo alla teatinità e alla forza delle menti creative che la nostra città ha in sé e alle quali è necessario dare spazio e sfogo».
Alla conferenza erano presenti anche il presidente della commissione consiliare cultura, Luca Amicone e i consiglieri Vincenzo Ginefra, Valerio Giannini e Alberta Giannini. Il sindaco Ferrara ha voluto anche dare atto del grande contributo delle associazioni, essenziale per la realizzazione del Maggio Teatino. «Abbiamo calendarizzato tanti eventi». Anche De Cesare, il motore delle tante iniziative organizzate, ha sottolineato come le associazioni culturali siano state «vita e corpo di questo cartellone. Grazie a loro c’è un cartellone bello e vario, dove c’è la storia, il teatro, la musica, il nostro patrimonio, poi l’arte, cultura, la lettura, lo sport, i dj set, abbracciamo un mondo fatto di tante cose». Per quanto riguarda gli appuntamenti, oggi pomeriggio dalle 17,30 in centro storico parte “Natura libera storie”, laboratori, letture e percorsi esperienziali a cura dell’associazione Libridine, della libreria De Luca e della libreria dei Piccoli rimedi. Contemporaneamente in piazza Vico c’è un momento di intrattenimento per i più piccoli intitolato Il costruttore di sogni, a cura di Ercole Di Francesco. Domani ci sono invece tre diversi appuntamenti: la presentazione del libro “Parola di Vaclav Havel” alle 17,30 al Barbella, il convegno su Pietro da Morrone, alle 18 nella chiesa della Civitella e la presentazione dell’ultimo libro di Aurelio Bigi, alle 18 al Marrucino. (a.i.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA.