RAIANO. Non è ancora chiara la dinamica dell’incidente in cui lo scorso 25 luglio ha perso la vita il Maurizio Colaberardino, 66 anni di Raiano, finito con la sua moto contro un’auto condotta da una donna originaria di Vittorito. Il pm Edoardo Mariotti ha affidato a una perizia tecnica, con incarico all’ingegnere Marco Colagrossi, il compito di scoprire come si sia svolto l’incidente. Nel frattempo si è svolta l’autopsia sul corpo del motociclista dalla quale è emerso che il decesso è stato causato da un trauma cranico. Subito dopo la salma è stata riconsegnata ai familiari per la celebrazione dei funerali che si sono svolti lunedì alla presenza di centinaia di persone.
©RIPRODUZIONE RISERVATA.