PINETO. Comunità in lutto per la morte dell’ex assessore provinciale Antonio Assogna. Aveva 63 anni e combatteva da due anni contro la malattia.

Una figura perbene nella politica, leale e coerente con il suo credo agganciato alla sinistra. E’ stato storico dirigente del Partito della Rifondazione Comunista, per tanti anni “colonna” e punto di riferimento a Pineto e nell’area del Cerrano, componente attivo della Federazione di Teramo e del Comitato regionale. Ricoprì l’incarico di assessore provinciale all’Ambiente, durante il mandato del presidente Ernino D’Agostino.

Tanti i messaggi di cordoglio via social. Fra questi quello di del Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea che lo ricordano come “un compagno rigoroso e coerente, generoso nell’impegno per il partito e per la sua comunità” e come “un grande amico del popolo cubano.

“La sua improvvisa scomparsa lascia un vuoto terribile nella comunità politica della sinistra pinetese, come in quella provinciale teramana ed abruzzese. Nonostante la malattia in più occasioni ci ha manifestato negli ultimi due anni il suo sostegno e la sua vicinanza alle nostre posizioni e alle nostre lotte”, scrivono Maurizio Acerbo, Marco Fars e Mirko De Berardinis rispettivamente segretario nazionale, regionale e provinciale Prc-Se.

I funerali di Assogna sono in programma venerdì 22 luglio , alle ore 11, nella chiesa di Borgo Santa Maria a Pineto.