VASTO. Dramma nel centro storico. Un uomo di 62 anni, Vincenzo Spadaccino, geometra, è stato trovato morto nella sua casa. La morte pare risalga ad almeno 24 ore prima del ritrovamento. Il sessantaduenne viveva solo in via Amerigo Laccetti, una traversa di corso Dante. Ogni giorno chiamava i familiari e si fermava a parlare con i vicini di casa. È stata la sua assenza prolungata a insospettire un parente che ha chiesto aiuto alla polizia. All’arrivo delle forze dell’ordine però per lui non c’era più nulla da fare. Quando i vigili del fuoco hanno aperto la porta della sua casa, Vincenzo Spadaccino era già morto. L’ambulanza del 118 è andata via vuota. Grande il dispiacere per l’intera comunità.
«Preghiamo per Vincenzo», ha detto ai bambini della parrocchia nel corso della via Crucis don Gianfranco Travaglini, il parroco della cattedrale di San Giuseppe che conosceva bene il 62enne. Il medico legale ha accertato che si è trattato di morte naturale. L’uomo pare che da tempo avesse problemi di salute. Dopo le procedure di rito la salma è stata riconsegnata alla famiglia per le esequie. (p.c.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA .