VASTO. Al via la perizia sulla Golf car guidata il 24 luglio scorso da Daniel Dragomir, 57 anni, dipendente del villaggio turistico Grotta del Saraceno di Punta Penna morto in un incidente avvenuto con quella vettura. La data stabilita dai giudici è il 21 novembre. I risultati dovranno essere consegnati entro febbraio 2023. Il perito nominato dal gip Fabrizio Pasquale è l’ingegnere Marco Colagrossi. Il consulente dei due titolari del villaggio iscritti nel registro degli indagati è Michele Di Brina di Rodi Garganico. La parte offesa ha nominato Paolo De Luca di Vasto. L’avvocato Giuseppe La Rana, difensore degli indagati, ha chiesto di poter aggiungere un secondo consulente che dovrebbe pronunciarsi sulla dinamica dell’incidente. Nel corso della perizia dovranno essere accertate le condizioni dei freni al momento dell’incidente: la discesa della golf e il botto contro una catasta di tavoli sembra escludere una frenata. Dopo l’urto la Golf car rimase ferma mentre il suo conducente si accasciò su un fianco. L’ipotesi di reato formulata è “omicidio colposo sul lavoro”. (p.c.)