SULMONA. Il Comune e la Soprintendenza siglano un patto per poter restituire alla città monumenti fruibili e dignitosi. Passo in avanti per il recupero di alcuni simboli di Sulmona. Nei giorni scorsi si è svolto un incontro a palazzo San Francesco tra l’amministrazione comunale e i vertici della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio.
Durante il confronto, al quale hanno preso parte il primo cittadino, Gianfranco Di Piero, gli assessori comunali, la soprintendente Cristina Collettini e i funzionari incaricati, sono state illustrate le fasi di avanzamento della progettazione che riguardano i più importanti monumenti della città.
«Si è trattato di un incontro proficuo», ha spiegato l’assessore alla Cultura, Rosanna Tuteri, «è stato molto utile perché si è data una vera e propria accelerata a tutti i progetti in itinere. Si tratta di interventi su monumenti di rilievo della città attesi da tempo».
L’amministrazione comunale, che già a febbraio 2022 aveva convocato la Soprintendenza per cercare di avere un cronoprogramma degli interventi, ha voluto riaprire un dialogo con i dirigenti per capire i prossimi passi. È stato fatto il punto sui cantieri che riguarderanno il portale della chiesa di San Francesco della Scarpa, l’acquedotto medievale, Porta Napoli, palazzo Meliorati, San Panfilo e Santa Caterina, ed è stato deciso di sottoscrivere un protocollo d’intesa che darà un’accelerata a tutto l’iter.
«La stretta collaborazione tra l’amministrazione comunale e la Soprintendenza è sicuramente molto positiva», ha continuato l’assessore Tuteri, «durante l’incontro abbiamo prima stabilito lo stato delle progettazioni avviate e quelle ancora da avviare. Si è deciso poi, grazie alla disponibilità delle parti, di sottoscrivere un protocollo per lavorare insieme e restituire a Sulmona dei monumenti fruibili e di nuovo dignitosi alla vista come per esempio Santa Caterina e Porta Napoli».
Grazie a questo accordo saranno stabiliti i tempi e le modalità di intervento e verrà avviata l’apertura di canali che possano velocizzare gli iter di restauro dei monumenti della città. Intanto, entro l’estate, come annunciato dalla Soprintendenza, è previsto l’avvio dei lavori di consolidamento di Porta Napoli e Santa Caterina.
©RIPRODUZIONE RISERVATA