VASTO. Per 800 studenti della città e un altro centinaio dei comuni vicini è cominciato ieri mattina l’esame di maturità. Alla spicciolata, poco dopo le 8, sono arrivati davanti ai cancelli dei rispettivi istituti. Qualcuno stringeva in mano il peluche portafortuna qualche altro ha eseguito riti scaramantici. Non tutti indossavano la mascherina. Dopo il controllo dei documenti e dei telefonini, i ragazzi hanno preso posto in aula. Soddisfatti i dirigenti scolastici: la prima giornata è scivolata via senza problemi. Ben 204 i maturandi al Mattei 61 al liceo, 143 all’istituto tecnico, 190 i candidati del liceo scientifico Mattioli. Poco meno, 180 i ragazzi del liceo Pantini-Pudente che ha diversi indirizzi (classico, artistico linguistico, scienze umane e economico-sociale). Al commerciale Palizzi i maturandi quest’anno sono 103.
«Vorrei abbracciare tutti i ragazzi che hanno iniziato gli esami di maturità», è stato il messaggio indirizzato agli studenti dall’assessore comunale Anna Bosco. «Vorrei ricordare loro che non saranno mai il voto che conseguiranno. In una società della performance, dell’ambizione e della competitività sfrenata, in cui vali solo se arrivi primo, ricordate che in un numero non ci sono i sogni, le paure, la rabbia e nemmeno il coraggio. Prendetelo per quello che è. E poi vorrei dire che per tanti, troppi giovani, la maturità coincide anche con la fine della propria esperienza di studio nella propria città. Spesso si preferiscono altre strade: in alcune circostanze è una scelta volontaria, in altre è invece un tentativo quasi obbligato di cercare fortuna altrove, date le storiche difficoltà a ottenere un lavoro desiderato. Il mio augurio per voi ragazzi è che andar via o non tornare non sia mai il frutto di una costrizione. Anche il Comune di Vasto è impegnato in questa sfida, con l’obiettivo di mettervi nelle condizioni di poter avere ali per volare e radici per tornare. Auguri e buon esame a tutti i maturandi. Nel mondo c’è abbastanza spazio per i sogni di tutti».
Una ottantina i candidati distribuiti fra Torino di Sangro, Scerni e Gissi. I maturandi di Torino di Sangro quest’anno sono 32, una trentina a Gissi e 25 all’Istituto agrario di Scerni. Ai giovani di Vasto e del Vastese sono arrivati gli auguri del deputato del M5S Carmela Grippa: «In bocca al lupo a tutti», ha scritto la parlamentare. «Il futuro è nelle vostre mani e siete voi a decidere. Non dimenticatelo mai. Non rinunciate ai sogni inseguite le passioni, costruite la vita che avete sempre immaginato. Dopo il periodo difficile segnato dalla pandemia voi per primi meritate il meglio».
©RIPRODUZIONE RISERVATA