MARTINSICURO. Sono state 428.421, di cui 64mila provenienti da Paesi esteri, le presenze turistiche nelle strutture ricettive di Martinsicuro nella stagione balneare di quest’anno. Questi sono i dati emanati dall’ufficio turismo della cittadina, dati che – tengono a precisare dal Comune – vanno ritenuti provvisori, in attesa di quelli ufficiali che verranno emanati dalla Regione e che comunque possono solo aumentare. I numeri danno un aumento di 21mila presenze, pari al + 5,3%, rispetto allo scorso anno, e dicono che le presenze turistiche, a Martinsicuro, sono tornate come quelle degli anni pre-Covid. A questi numeri peraltro vanno aggiunte le presenze nelle tante seconde case a uso turistico, che portano il totale a sfiorare quota 500mila presenze.
«Le presenze nella cittadina sono tornate a quelle di prima che esplodesse la pandemia», è il commento del consigliere delegato al turismo Umberto Barcaroli, «e l’aumento del 5,3% rispetto alla stagione balneare del 2021 è stato dettato soprattutto dall’aumento dei turisti stranieri che scelgono il nostro litorale per le vacanze. Rispetto alla stagione 2021 sono aumentati i turisti provenienti da Germania, Svizzera, Olanda, Gran Bretagna, Belgio e dalle nazioni dell’Est europeo, che hanno scelto le nostre spiagge per trascorrere le vacanze estive, tra l’altro allungando la stagione balneare: molti infatti sono arrivati a giugno e a settembre, periodi dove regna la tranquillità sugli arenili. È un bilancio che fa piacere e che ci stimola a fare sempre di più per incrementare le presenze e per offrire sempre più servizi nei nostri sei chilometri di litorale». Andando a guardare nel dettaglio le presenze si evidenzia che l’aumento maggiore si è avuto nei mesi di giugno, oltre 85mila presenze, e settembre, quasi 50mila, mentre a luglio, 143mila, e agosto, 153mila, le strutture ricettive sono state quasi al completo. Le presenze straniere sono state quasi 17mila a giugno, 24mila a luglio, 15mila ad agosto e 8mila a settembre, allungando la stagione estiva che adesso non è più concentrata a luglio e agosto. La presenza straniera è soprattutto concentrata nei diversi campeggi che si trovano nella cittadina, che hanno l’accesso diretto sui lungomari e che offrono un’ampia possibilità ospitativa.
Il delegato comunale al turismo guarda avanti, alla stagione 2023: «Stiamo lavorando in costante contatto con gli operatori turistici», spiega Barcaroli, «per portare avanti tutte le iniziative utili a migliorare l’accoglienza. La riconquista della Bandiera Blu, la nuova stazione ferroviaria e il nuovo sito turistico della cittadina che stiamo elaborando daranno ancor più spinta nella scelta della nostra cittadina da parte dei turisti». A breve si dovrebbero avere anche i dati delle entrate del Comune con la tassa di soggiorno.
©RIPRODUZIONE RISERVATA