MONTEREALE. Presentato a Montereale dall’Anas lo studio di fattibilità per il quinto lotto della superstrada per Amatrice.
«In due anni abbiamo fatto passi da gigante verso la realizzazione di quest’opera. Siamo passati dall’inserimento del quinto lotto nel documento di programmazione strategica della giunta regionale al finanziamento di tutta la progettazione di uno stralcio dell’opera e alla presentazione con Anas del progetto di fattibilità. Il cronoprogramma prevede tra un anno di avere già l’apertura dei cantieri». Lo ha detto il presidente della giunta regionale Marco Marsilio nel corso dell’incontro di presentazione dei lavori del Lotto V per la dorsale Amatrice-Montereale-L’Aquila. Presenti anche il vicepresidente Emanuele Imprudente; l’assessore Guido Quintino Liris; il sottosegretario alla giunta Umberto D’Annuntiis; il sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi; il sindaco di Montereale Massimiliano Giorgi; Antonio Marasco, capo compartimento Anas Abruzzo; tecnici regionali e altri amministratori dell’Alto Aterno.
«Abbiamo intercettato le risorse giuste nella maniera giusta», ha proseguito Marsilio, «con le necessarie procedure per rispondere tempestivamente ai problemi del territorio e garantire la realizzazione di questa arteria che, io spero, nel versante laziale possa poi procedere con altrettanta velocità verso Amatrice. Servirà a riconnettere i territori delle aree interne col capoluogo regionale e offrire nuova vivibilità a queste zone fin troppo trascurate». Il quinto lotto ha uno sviluppo complessivo di circa 7,1 km ed è suddiviso in due stralci funzionali: il primo dall’innesto sulla Sp 106 alla rotatoria per San Vito (tracciato in variante di circa 2,2 km) e dalla rotatoria per Santa Lucia fino al confine regionale (tratto in adeguamento di 1,4 km circa) per uno sviluppo complessivo di circa 3,6 mm. Il secondo stralcio di completamento dalla rotatoria per San Vito fino alla rotatoria per Santa Lucia. Il tracciato si sviluppa completamente in variante per complessivi 3,5 km e comprende la realizzazione della galleria di 1,3 km. Il Pnrr ha finanziato la progettazione per l’importo di 4 milioni e la realizzazione del primo stralcio per 20 milioni. L’importo per la realizzazione del quinto lotto è di 96,5 milioni. Il tracciato si sviluppa prevalentemente nel comune di Montereale, dall’innesto con la Sp106, nel territorio di Capitignano, al confine col Lazio.