MANOPPELLO. «L’amministrazione comunale di Manoppello ha più volte e da anni richiesto all’Anas di intervenire, ma ha anche, in occasione di sopralluoghi e riunioni, avanzato proposte di intervento ben più corpose e pertinenti del progetto ora in corso di realizzazione». Così il sindaco di Manoppello Giorgio De Luca in merito alla richiesta che il senatore Luciano D’Alfonso ha avanzato all’Anas di ampliare la rotatoria in fase di costruzione allo svincolo tra la statale 539 e la statale 5. «Manoppello», dice De Luca, «aspetta da vent’anni la rotatoria di Ponte Alba, lavori ora in corso su progetto Anas e giudicati insufficienti da più parti. La rotatoria appare, infatti, sottodimensionata, troppo arretrata rispetto all’innesto sulla Tiburtina. La presenza di un lungo cordolo, poi, impedirebbe anche la fermata del pullman. È quello che il Comune ribadisce da tempo e il senatore D’Alfonso sembra sulla stessa lunghezza d’onda. Il Comune, anche con un proprio progetto completo, fino all’ultimo ha caldeggiato un’ipotesi progettuale diversa ma l’intervento dell’Anas è stato commisurato in base alle disponibilità economiche».