L’AQUILA. L’attesa è finita: L’Aquila scende in campo oggi a Gavoi contro il Taloro per la semifinale di andata dei play off nazionali. Una sfida impegnativa per i rossoblù, che hanno l’ambizione di voler proseguire il percorso degli spareggi con l’intento di tornare a disputare il campionato di Serie D. Intorno alle 7, 45 il gruppo squadra farà colazione e pranzerà alle 11,45. Alle 15,30 la sfida contro la formazione sarda e poi la ripartenza verso Olbia alle 18,15. Dalla città costiera i rossoblù s’imbarcheranno alle 21 con il traghetto diretto verso Civitavecchia e l’arrivo è previsto intorno alle 6,30 di domani. Infine, il ritorno in pullman allo stadio Gran Sasso.
Dopo un deludente girone di andata, L’Aquila è riuscita a trovare una quadra nella seconda parte della stagione coinvolgendo la propria tifoseria, che, nelle ultime gare, ha sostenuto e incitato la squadra. Nonostante le scomodità per arrivare nel piccolo comune sardo, situato a metà strada tra Nuoro e il Gennargentu, sono attesi al “Maristiai” di Gavoi una cinquantina di tifosi rossoblù che in un modo o nell’altro, si sono organizzati per non far mancare il loro sostegno. «Il nostro pubblico ancora una volta dimostra di essere di un’altra categoria», ha commentato l’allenatore dell’Aquila Sergio Lo Re durante la conferenza stampa che si è tenuta nell’hotel Cualbu di Fonni. «Fare una trasferta del genere significa investire del denaro per stare vicino a noi. Faremo di tutto, ve lo posso assicurare, perché queste persone meritano il massimo da noi». Il prezzo del biglietto per assistere alla gara è di 10 euro e agli aquilani è stato riservato il settore “tribuna”.
Viste le tante difficoltà per raggiungere Gavoi, la società trasmetterà sulla propria pagina Facebook la diretta integrale del match, in maniera libera e gratuita. In questo modo tutti coloro che non sono stati in grado di approdare nell’isola potranno seguire la propria squadra del cuore da casa oppure organizzarsi in qualche locale per assistere in compagnia all’incontro. Nel rispetto del Taloro Gavoi, al fine di favorire l’affluenza degli spettatori allo stadio, la diretta non sarà visibile in Sardegna.
Nel corso di queste settimane si è costruito un ambiente positivo e ciò può essere percepibile anche dall’iniziativa indetta dal sindaco Pierluigi Biondi, il quale lo scorso lunedì aveva rivolto un appello all’imprenditoria cittadina con l’idea che quest’ultima potesse contribuire alle spese del viaggio. La risposta è stata significativa poiché nel giro di una settimana sono stati raccolti oltre 15.000 euro. Un appello particolarmente piaciuto allo stesso Lo Re: «Iniziativa bellissima. Questo avvalora tutto quello di buono che abbiamo fatto. Tra giocatori, staff e pubblico, siamo un’unica cosa. C’è chi ci ha visto del marcio, ma la società sta bene e a dimostrazione di ciò in queste ore sono arrivati i rimborsi per la squadra». Una sfida particolarmente sentita anche in casa Taloro che, dopo aver vinto i play off sardi, vorrà continuare a fare la storia provando a sconfiggere una formazione blasonata come L’Aquila. I gavoesi hanno fatto sentire il loro calore nella finale regionale con l’Ossese e anche contro i rossoblù si prevede un’affluenza significativa.
©RIPRODUZIONE RISERVATA