TERAMO. Ricattava l’amante 60enne con un video a luci rosse che lo vedeva protagonista, ma lui non ha ceduto al ricatto e i carabinieri di Teramo hanno arrestato sia la ricattatrice, una casalinga teramana di 46 anni, che il marito di lei complice. 

La coppia aveva chiesto al malcapitato 20mila euro per non divulgare il video e rivelare così la relazione extraconiugale alla moglie di lui. 

La casalinga 46enne ieri pomeriggio è stata arrestata in flagranza di reato con l’accusa di estorsione. La donna è stata fermata dopo aver preso dall’amante i 20mila euro chiesti.

Secondo i riscontri dei carabinieri, complice dell’estorsione era anche il marito della 46enne. Tra la casalinga e l’amante, anche lui del Teramano, c’era una relazione che durava da circa due anni.

Il primo settembre i due si sono sentiti come sempre e hanno fissato un appuntamento nel loro solito posto. Ma quel giorno lei, anziché essere tenera e affettuosa, gli ha raccontato che suo marito aveva scoperto tutto e in cambio del silenzio per non raccontare della loro relazione a sua moglie voleva i soldi.

Il 60enne ha deciso di chiedere un parere a un legale, l’avvocatessa Antonella Galizia, che ha suggerito di denunciare immediatamente tutto l’accaduto alle forze dell’ordine.