L’AQUILA. È partito ieri da piazza Duomo il Torch run di Special Olympics, evento che vuole catalizzare l’attenzione sull’attività dell’associazione, realtà da sempre impegnata nella valorizzazione delle persone con disabilità intellettive.
La fiaccola è stata consegnata lo scorso 28 marzo a Bologna all’atleta abruzzese Demetra Emanuele e nei giorni scorsi ha raggiunto il capoluogo di regione dove è stata consegnata al vicepresidente del consiglio regionale Roberto Santangelo. La torcia, partita ieri dall’Aquila, arriverà oggi a piazza Salotto a Pescara e domani sarà a Sulmona, a piazza San Francesco. In Abruzzo l’evento del Torch run si è avvalso della collaborazione dell’Ufficio scolastico regionale (coordinamento educazione fisica), nonché dei comuni interessati dal passaggio, ovvero L’Aquila, Pescara, Pratola Peligna e Sulmona. All’evento hanno collaborato anche le prefetture dell’Aquila e Pescara con le loro questure e diversi Club service, quali la Divisione 11 del Kiwanis Abruzzo-Puglia e il Club Panathlon. A dar lustro al Torch run ci sono atleti di interesse nazionale e internazionali: Fabrizio Filoni e Olivia Piacentini, campioni mondiali nello sleggdog; Federico Arnone, campione europeo a squadre e vicecampione Italiano di karate; l’aquilano Lorenzo Salvati, giovanissimo campione italiano nei 200 farfalla; Fabrizia D’Ottavio, pluricampionessa olimpica e mondiale di ginnastica ritmica e l’attore Federico Perrotta. Ogni tappa prevede un tragitto dove la torcia passerà di mano in mano, in una staffetta composta da atleti e volontari Special Olympics, forze dell’ordine, runners di diverse associazioni podistiche e dei custodi del Fuoco del Morrone di Celestino V. (r.p.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA.