VASTO. La didattica dell’Istituto comprensivo “Gabriele Rossetti” di Vasto diventa un modello nazionale. Alla Fiera Didacta Italia conclusa domenica a Firenze, l’Indire (Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa), coordinatore scientifico dell’evento, nel definire le Rossetti, scuola capofila di una rete nazionale di scuole sperimentatrici, ha ritenuto il progetto didattico dell’istituto vastese, un progetto innovativo. La Fiera Didacta Italia, è il più importante appuntamento fieristico in Italia sull’innovazione della scuola. È un luogo d’incontro tra quanti lavorano nel mondo dell’istruzione e della formazione: insegnanti, dirigenti, formatori, aziende, associazioni. Più di 250 i convegni, workshop e seminari su varie tematiche .
L’Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa, ha invitato la Rossetti di Vasto a illustrare il progetto intitolato “Per una didattica orientante”, coordinato dalla professoressa Rosalba Felice. La dirigente scolastica Maria Pia Di Carlo, ha illustrato la sperimentazione. Il progetto è stato ritenuto da Indire un esempio innovativo di come sia possibile ripensare un curriculum d’istituto a misura di studente e in grado di supportarne le scelte mediante concrete esperienze formative. Particolarmente apprezzato il Progetto di Service Learning “La Scuola-giardino”, coordinato dalla professoressa Rosanna Valentini. «Il percorso di crescita di ciascun alunno», spiega soddisfatta la dirigente scolastica, «parte dalla scuola dell’infanzia ed è costruito tenendo conto degli interessi e delle attitudini di ciascun alunno. Comincia con la didattica orientativa e i laboratori della scuola dell’infanzia “S. Lucia”, a seguire i percorsi formativi della scuola primaria Martella e i corsi orientanti della scuola secondaria di I ° grado Rossetti (corso ad indirizzo artistico, linguistico europeo, corso ad indirizzo musicale, scientifico-ambientale, scientifico-tecnologico, sportivo)».(p.c.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA .