SILVI. Un fronte di fuoco che ha minacciato abitazioni, messo a rischio un canile e un impianto fotovoltaico: è stata una giornata di paura sulla collina di Silvi con le fiamme che si sono pericolosamente avvicinate alla ex discarica di Pianacce e che hanno divorato 15 ettari di sterpaglie. Decine i pompieri impegnati nel fronteggiare il vastissimo incendio.
Nell’intervento sono state impegnate tre squadre dei vigili del fuoco di Roseto, Nereto e Pescara, con due autopompe, tre fuoristrada con moduli antincendio e con l’ausilio di tre autobotti inviate sul posto dalle sedi centrali di Teramo e Pescara. Alle operazioni di intervento hanno collaborato anche tre squadre di volontari Aib di Roseto e dell’associazione Gran Sasso di Mosciano Sant’Angelo.
Sul posto è intervenuto un direttore delle operazioni di spegnimento del comando di Teramo a cui è stato affidato il coordinamento di un elicottero del Reparto volo dei vigili del fuoco di Pescara che ha effettuato diversi lanci nelle aree incendiate meno accessibili per le squadre a terra. Lo schieramento degli uomini dei vigili del fuoco ha impedito che le fiamme potessero raggiungere le abitazioni che si trovano a poca distanza dall’area interessata dalla fiamme. L’allarme è scattato nella tarda mattinata di ieri quando alcuni automobilisti hanno visto il fumo e hanno subito chiamato i pompieri. In poco tempo le squadre sono arrivate sul posto con l’ausilio di numerosi volontari della protezione civile. Anche alcuni residenti della zona si sono mobilitati nel tentativo di ridurre il rischio di un allargamento del fronte, anche se in un caso le fiamme hanno raggiunto un rimessaggio di attrezzi divorando una piccola imbarcazione. Nel tardo pomeriggio è intervenuto anche un secondo elicottero per fare ulteriori lanci d’acqua. Solo nella tarda serata la situazione è parsa sotto controllo con i pompieri che per tutta la notte sono rimasti per le operazioni di bonifica. Indagini sono in corso per accertare l’origine del rogo: al momento nessuna ipotesi viene esclusa.(d.p.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA.