SULMONA. Ancora un incendio, presumibilemnte di origine dolosa, nella discarica di Noce Mattei a Sulmona. Ieri erano da poco passate le due quando si sono alzati fiamme e fumo da una parte della discarica, in un’area di circa 400 metri quadrati. Immediato l’intervento dei vigili del fuoco, arrivati oltre che da Sulmona anche da Castel di Sangro e L’Aquila, preoccupati dal fatto che con la combustione dei rifiuti potesse alzarsi una nube tossica e interessare la vicina frazione delle Marane e anche la periferia di Sulmona. L’operazione di spegnimento è andata avanti per tre ore per le tante difficoltà incontrate e per la pericolosità della situazione generata dalle fiamme sui rifiuti. Le operazioni di bonifica sono andate avanti per l’intera mattinata anche con l’ausilio del personale del Cogesa, la società a capitale pubblico che si occupa della gestione della discarica. I controlli sono stati lunghi e minuziosi proprio per evitare che l’incendio potesse di nuovo riprendere vigore, come spesso succede in questi casi, quando vengono dati alle fiamme i rifiuti la cui combustione sprigiona diossina e altri gas tossici che possono provocare problemi alla salute delle persone. Ancora da accertare la natura del rogo anche se i primi rilievi, visto l’orario in cui le fiamme si sono sprigionate, fanno pensare ad un evento di natura dolosa.
E questo episodio non è il primo accaduto ai danni del Cogesa. Nei mesi scorsi un altro rogo, di cui è stata accertata l’origine dolosa, ha infatti interessato la discarica di via Noce Mattei. E ci sono stati anche atti incendiari ai danni di mezzi custoditi in un capannone dell’azienda. In quel caso, e siamo al 2019, sono stati cinque i mezzi coinvolti nel rogo.
Ora questo nuovo incendio. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri per le verifiche del caso. Intanto come prima azione sarà intensificata l’attività di vigilanza, considerando anche il potenziamento delle operazioni di videosorveglianza e sarà attivato un servizio di guardiania per la prevenzione degli incendi all’interno della discarica di Noce Mattei. È quanto concordato nella tarda mattinata di ieri, dal sindaco di Sulmona, Gianfranco Di Piero, dal presidente del Cogesa, Nicola Guerra e dalla consigliera comunale e provinciale Antonella La Gatta. «L’incendio desta non poca preoccupazione, sia con riferimento alla salute della popolazione, considerata l’immissione in atmosfera di sostanze nocive, sia per quanto concerne la sicurezza degli impianti, ove la società Cogesa ha programmato e in parte eseguito importanti investimenti», ha detto Di Piero. Il primo cittadino ha poi annunciato che sottoporrà il problema e le possibili misure da adottare all’attenzione dei sindaci soci in occasione della prossima riunione del Comitato del controllo analogo, già convocata per giovedì prossimo.
©RIPRODUZIONE RISERVATA