FRANCAVILLA. Sono 105 gli ammessi all’ottenimento dei buoni spesa natalizi, promossi dal Comune di Francavilla per cercare di dare una mano alle persone maggiormente in difficoltà. I richiedenti complessivi sono stati circa 200, ma da quello che si apprende 83 domande non sono state ammesse per mancanza dei requisiti richiesti dal bando, tra cui un Isee o la percezione del reddito di cittadinanza per un importo superiore alla soglia consentita, ma anche documentazione carente prodotta in sede di domanda. In 23 invece hanno presentato la domanda in coda agli altri e adesso devono attendere l’eventuale reperimento di ulteriori fondi. I 10mila euro stanziati dall’amministrazione infatti sono andati praticamente esauriti per soddisfare le domande che hanno trovato accoglimento. Vale la pena ricordare che erano due le tipologie di buono: quello da 100 euro dedicato alle famiglie composte da due o più persone, mentre per i single il valore del buono è stato fissato a 50 euro. Uno sforzo importante per l’amministrazione, che ha convinto l’assessore alle Politiche sociali Leila Di Giulio a triplicare l’importo dei buoni spesa rispetto a quanto fatto lo scorso anno, andando ad ampliare la platea dei beneficiari con l’allargamento dei requisiti per l’accesso.
Da ieri mattina è iniziata la distribuzione dei voucher, da ritirare negli sportelli dell’ufficio per le politiche sociali presente in Comune. Nella giornata di ieri è stata consegnata la prima metà dei buoni, questa mattina, dalle 11 alle 13, si conta di chiudere il cerchio con la seconda e ultima parte. Tutti gli interessati devono recarsi in Comune per ritirare il tagliando, da spendere in uno degli esercizi convenzionati. In fase di domanda infatti, ciascun richiedente ha dovuto indicare il negozio, tra quelli disponibili, dove consumare il buono spesa.
L’importo assegnato può essere utilizzato esclusivamente per l’acquisto di beni di prima necessità, come acqua, pasta carne, prodotti per l’igiene personale. Il buono non è cedibile a terzi e non può essere monetizzato. L’elenco degli ammessi è stato pubblicato sul sito del Comune, con l’indicazione dei punti vendita in cui è possibile spendere l’importo. Tra le altre cose, qualora il destinatario fosse impossibilitato a ritirarlo personalmente, può delegare una persona di fiducia compilando l’apposito modulo. I buoni natalizi possono essere spesi al massimo entro il 5 gennaio 2023.