AVEZZANO. «L’invasione dei cinghiali è un’emergenza nazionale che richiede provvedimenti straordinari. Tutti e 21 gli assessori all’Agricoltura delle Regioni italiane sono infatti unanimi nel richiedere con forza al governo l’approvazione di un decreto d’urgenza e immediato per modificare le norme della Legge 157. Norme totalmente inadeguate, risalenti al lontano 1992, che di fatto impediscono a Regioni e Enti locali di intervenire, oltre a quanto già si sta facendo, su una situazione diventata ormai ingestibile». Lo ha detto il vicepresidente della Regione Abruzzo, Emanuele Imprudente, intervenendo alla conferenza sull’emergenza cinghiali, convocata a Roma nella sede del Comitato delle Regioni.