ORTONA . Il sindaco Leo Castiglione lavora alla composizione della nuova giunta, tanto che tra conferme e nuove proposte emergono già i primi nomi. Dopo il successo al ballottaggio arrivato nella notte di domenica, per il primo cittadino è tempo di trovare la quadra sull’esecutivo che dovrà affiancarlo per i prossimi cinque anni. «Mi sono preso un giorno di riposo, oggi (lunedì, ndr) non voglio pensarci», aveva detto nell’intervista al Centro pubblicata ieri. In realtà il primo cittadino è già al lavoro per trovare la quadra sugli assessorati. E oggi pomeriggio è prevista la proclamazione.
PUNTI DI RIFERIMENTO
Si dovrebbe ripartire da due profili che hanno già ricoperto il ruolo di assessore con la giunta Castiglione. Il primo è sicuramente Marcello Di Bartolomeo, che nell’ultima amministrazione ha avuto le deleghe a bilancio, agricoltura e pesca, patrimonio, programmazione europea, servizi demografici e statistici. Castiglione gli darà fiducia e gli riconfermerà una delega pesante come quella del bilancio. «La giunta sarà la sintesi del risultato elettorale avuto e dei profili di cui avrò bisogno», ha anticipato il sindaco nell’intervista pubblicata sulle nostre colonne. Un’affermazione che rispecchia in pieno la scelta di Di Bartolomeo, già annunciata dal sindaco in uno dei suoi comizi a Caldari: una figura esperta in questo settore e gradita agli elettori, considerate le 156 preferenze che lo hanno reso il terzo più votato della lista civica Il Comune delle Idee.
LA PIÙ VOTATA
Non ci sono praticamente dubbi nemmeno sulla riconferma di Cristiana Canosa, l’assessore ai lavori pubblici, promozione turistica e eventi, commercio, mobilità e decoro urbano. È stata la più votata tra i candidati consiglieri, riportando 547 voti, e continuerà ad operare nella giunta comunale con incarichi importanti. Non è escluso possa avere anche un ruolo da vicesindaco. «Grazie per il consenso e le emozioni. Grazie a tutti i candidati delle liste che hanno lavorato insieme in questa durissima campagna elettorale e grazie a Leo Castiglione», ha scritto dopo la riconferma del primo cittadino. «È riuscito a creare una squadra capace di sbaragliare tutti. Cinque liste civiche contro dodici liste civiche e partitiche di sinistra e destra».
QUOTE ROSA
Potrebbe anche essere un esecutivo “rosa”, con una presenza importante di donne. Basti pensare, ad esempio, che i due seggi ottenuti dalla lista Forza Leo per Ortona in consiglio comunale spettano a Simonetta Faraone e Federica Paolucci. Non è escluso che una delle due diventi assessore. Indiscrezioni raccontano di un possibile chiamata anche per Italia Cocco, già eletta in Consiglio per Il Comune delle Idee.
NUOVI INGRESSI
Un altro posto in giunta potrebbe spettare ad Antonio Sorgetti. Era il consigliere più giovane nel 2017, appena 19 anni: dopo aver maturato esperienza, è seriamente candidato a far parte dell’esecutivo considerate le 356 preferenze ottenute.
REBUS PRESIDENTE
Sono in corso, inoltre, valutazioni su chi possa essere il presidente del consiglio comunale. L’ultimo è stato Lucia Simona Rabottini, che nello scacchiere del prossimo consiglio comunale ha ottenuto comunque un posto in aula. Infine il sindaco starebbe pensando di coinvolgere anche la lista Ortona Civica, l’unica della sua coalizione che non ha ottenuto seggi all’interno del consiglio comunale. Resta da capire con quali modalità.
©RIPRODUZIONE RISERVATA