TERAMO. Aggiudicati i lavori per la pista di pattinaggio dell’Acquaviva e per due campi sportivi frazionali, quelli di Villa Vomano e Miano. Entro poche settimane i cantieri potranno partire consentendo ai tre importanti impianti del territorio di recuperare massima fruibilità e decoro. Si tratta di interventi che da un punto di vista economico vedranno un investimento complessivo di quasi un milione di euro, in gran parte fondi del Pnrr agganciati dal Comune di Teramo che invece impiegherà risorse proprie per 90mila euro per la struttura di Miano.
Per quanto riguarda l’Acquaviva saranno impegnati 200mila euro per la sistemazione della pista di pattinaggio, dei gradoni circostanti e dell’illuminazione: lavori attesi da molti anni soprattutto da quanti utilizzano l’impianto per finalità agonistiche o per semplice passione e che tempo sono costretti ad allenarsi in condizioni precarie. Gli interventi partiranno a breve poiché entro il 31 dicembre, come impone il Pnrr che finanzia l’opera, devono essere materialmente consegnati dal Comune alla ditta che se li è aggiudicati (si tratta di un’impresa di Alba Adriatica). Stessa tempistica per il campo di Villa Vomano: qui l’intervento, che conta su 450mila euro di fondi del piano nazionale di ripresa e resilienza, vedrà impegnata una ditta romana che entro 120 giorni dall’avvio del cantiere dovrà riconsegnare l’opera come da progetto. Il campo verrà riqualificato sia nella parte del rettangolo di gioco, con la collazione del manto in erba sintetica, che negli arredi, con una nuova recinzione e l’adeguamento del sistema di illuminazione.
Infine, sono stati aggiudicati anche i lavori per il campo di Miano. Il Comune ha stanziato 90mila euro e nei prossimi giorni il cantiere potrà partire: la manutenzione straordinaria prevista porterà alla riqualificazione del terreno di gioco (che resterà in terra), della recinzione e degli spogliatoi. Salvo imprevisti, legati soprattutto al maltempo, i lavori potrebbero concludersi entro un paio di mesi «permettendo così alla prima squadra del Miano di tornare a usufruire del campo, dopo un lungo periodo nel quale è stata costretta a trovare ospitalità su altri terreni di gioco», commenta l’assessore allo sport Sara Falini, che conclude: «Su questo impianto avevamo preso degli impegni che stiamo mantenendo così come abbiamo fatto, e stiamo facendo, per altre realtà del nostro territorio, centrali e frazionali».
©RIPRODUZIONE RISERVATA