GIULIANOVA. Per qualcuno, ieri a Giulianova, è stato difficile esercitare il diritto-dovere di voto sancito dalla Costituzione. Nel seggio numero 14 di piazza della Libertà (scuola De Amicis) sono iscritti da tempo immemorabile i residenti nella parte di via Montello ricompresa nella zona censuaria del Paese. Ieri questi elettori sono scomparsi dalle liste della sezione 14. Senza un avviso, una segnalazione, una semplice telefonata. È stato il presidente di seggio a informarsi su quanto accaduto. Dopo ricerche l’ufficio elettorale ha comunicato che gli elettori erano stati trasferiti al seggio numero 6, al Lido, scuola media Bindi, in tutt’altra zona della città. Ma i cittadini hanno dovuto prima recarsi in Comune per l’aggiornamento della scheda elettorale. In municipio gli addetti si sono giustificati affermando che è stato cambiato il programma di software elettorale e che gli uffici non avevano fatto in tempo ad avvisare gli interessati. La questione è finita sul tavolo della Prefettura di Teramo e dell’assessore Paolo Giorgini che ha chiesto scusa per quanto avvenuto.