CHIETI . Si è svolto ieri l’incontro fra i membri del comitato ristretto dei sindaci della Asl e i rappresentanti istituzionali del comprensorio di Villa Santa Maria, dove si sono recati il sindaco di Chieti Diego Ferrara, presidente dell’organismo, il sindaco di Atessa Giulio Borrelli e quello di Casoli Massimo Tiberini. All’incontro hanno partecipato i primi cittadini di Villa Santa Maria, Pino Finamore, e quello di Gamberale, Maurizio Bucci. «Sono due i problemi maggiori», riferiscono gli amministratori. «In primis c’è la situazione in cui versa il servizio di emergenza-urgenza che non risponde più ai requisiti della domanda e soprattutto dei rischi, perché la postazione del 118 non ha più il medico ed è fornita solo di infermiere». E poi: «Altro problema importante è quello del depauperamento dei servizi territoriali, nello specifico il distretto sanitario di base di Villa Santa Maria, riferimento per un’area vasta. Il sindaco ci riferisce che con il centro unico di prenotazione un tempo raccoglieva utenza da tutta la provincia, ma con gli anni ha perso sia infermieri e operatori sanitari, sia prestazioni».
©RIPRODUZIONE RISERVATA.